Ieri sera, nel corso del quotidiano servizio di controllo del territorio, un equipaggio della Sezione Volanti della Questura, nel transitare in via Agro Pontino, ha riconosciuto alla guida di un’auto che si trovava incolonnata al semaforo rosso il tunisino G.Y. di 34 anni, già noto agli agenti per i suoi precedenti. Invertito il senso di marcia per procedere al suo controllo, i poliziotti avevano modo di accertare che G.Y. all’accendersi della luce verde, scartava celermente i veicoli che lo procedevano e si allontanava in direzione di via Dorese. In quella circostanza non sfuggiva agli agenti che l’uomo si disfaceva di un involucro che gettava dal finestrino anteriore destro.

L’uomo, bloccato dopo qualche centinaio di metri, veniva sottoposto a perquisizione che consentiva di rinvenire ala somma di euro 230 ed un telefono cellulare; contestualmente i poliziotti recuperavano l’involucro di cui G.Y. aveva tentato di disfarsi, che è risultato contenere grammi 2,89 di eroina e grammi 1,43 di Cocaina. Sulla scorta di ciò gli agenti si sono recati presso la sua abitazione dove, in seguito ad ulteriore perquisizione è stata sequestrata la somma di euro 1900 ritenuta provento dell’attività illecita.
Pertanto, il 34enne è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Ravenna per il reato di detenzione ai fini di spaccio sostanze stupefacenti.

Advertisement
”Conad”/
Previous articleI colori dell’architettura di San Marino
Next articleNomina del magistrato dirigente a San Marino. Nicola Renzi: “Dall’opposizione attacchi strumentali”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.