FAENZA – A seguito di alcuni servizi di perlustrazione condotti nel faentino, le Fiamme Gialle del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ravenna, hanno individuato un’estesa superficie nel territorio del comune di Faenza sulla quale erano stati collocati a cielo aperto centinaia di pneumatici nonché trattori agricoli in stato di evidente abbandono, per un totale di circa 40 tonnellate di peso complessivo.

Sullo stesso terreno erano stati depositati direttamente sul suolo anche migliaia di teloni in materiale plastico privi di protezione dagli agenti atmosferici ed in precario stato di conservazione, per un volume complessivo di circa 100 metri cubi e un peso stimato di circa 30 tonnellate.

Per questo motivo i Finanzieri della Compagnia di Faenza, rilevando il pericolo che poteva scaturire per l’ambiente circostante, sono intervenuti per rilevare la natura e la reale consistenza del deposito. Dall’esame diretto del sito, risultato essere di proprietà di un’azienda agricola, è stato possibile constatare il degrado dell’intera area, peraltro adiacente a campi coltivati. In sintesi, è stata rilevata una vera e propria discarica abusiva di rifiuti speciali, in grado di determinare una situazione di concreta contaminazione e di inquinamento del terreno, tenuto anche conto che il materiale era appoggiato direttamente sul suolo, senza alcuna precauzione contro le infiltrazioni e dunque liberamente esposto ai fenomeni atmosferici.

I Finanzieri di Faenza hanno perciò provveduto a sequestrare l’area ed hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Ravenna il responsabile dell’azienda agricola titolare del terreno per reati ambientali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.