Alcune anatre sono state trovate morte lungo il Rubicone, così come dei pesci. Il fenomeno della “moria” non si sa a cosa possa essere associato, ma, ha destato la preoccupazione di tanti. Prima c’è stata “l’alga rossa”: un fenomeno “naturale”?. Ma gli scolmatori? La foto in questione qualche interrogativo lo dà.
La differenza di colore di un canale d’acqua con quella di un fiume nella loro intersecazione può non significare pregiudizio ambientale ma da giorni all’incrocio del ponte di Fiumicino tra via Fenili e via Rubicone la situazione è quella documentata in foto. Una cosa però sembra certa: il canale di scolo delle acque piovane non ha lungo il suo corso scolmatori mentre le acque del Rubicone posseggono il documentato e fattuale carico antropico. Un altro piccolo pezzo di un puzzle che in realtà è chiaro da tempo, manca ancora, contestualmente a i fenomeni di queste ultime settimane, la parola delle autorità preposte alla tutela del nostro ambiente. Non sappiamo in questo caso, se dopo le varie segnalazioni sia intervenuta Arpae, l’amministrazione comunale, le guardie zoofile e se vi sia una relazione in merito. Oggi al situazione è questa: sempre a Fiumicino un gruppetto di anatre è appollaiato vicino alle sponde del Rubicone.

Cristina Fiuzzi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.