“La difesa della razza” è il titolo dell’infame rivista fascista, diretta da Telesio Interlandi, con Giorgio Almirante, poi segretario del movimento sociale italiano, come segretario di redazione, che fu organo di propaganda del razzismo fascista. Quel titolo vergognoso è stato scelto a denominare la serata che il comune di Longiano, l’Anpi provinciale di Forlì-Cesena, l’Anpi del Rubicone e l’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea dedicano, nell’ottantesimo triste anniversario, alle leggi razziali volute nel 1938 da Mussolini e dal suo regime.

Nella sala San Girolamo a Longiano alla 20.30, dopo il saluto del sindaco, interverrà lo storico Alberto Gagliardo sul tema “Italia 1938. L’infamia del razzismo di stato”. Seguirà la comunicazione di Gianfranco Miro Gori, critico cinematografico e presidente dell’Anpi provinciale dedicata a “Il duce nel Luce. La propaganda cinematografica di Mussolini”. Concluderà la serata il film, assai raro, che riproduce il discorso di Mussolini a Trieste nel 1938 avente a tema la politica razziale del regime. Coordinerà l’incontro Luca Bussandri, presidente dell’Anpi del Rubicone.

“Va precisato – afferma Miro Gori – che il razzismo fascista non costituì una frattura, come oggi qualcuno capziosamente insinua, bensì fu un elemento di perfetta continuità nella prassi e nella teoria fascista. Si palesò sin dall’inizio. Fu parte costitutiva del regime. Insomma, non fu diretto solo contro gli ebrei ma si manifestò appieno già nella repressione dei ribelli in Libia operata dal generale Graziani su ordine del duce con spietata ferocia (campi con filo spinato, gas letali…), e nella successiva dall’invasione dell’Etiopia”. Nel corso della serata sarà aperto il tesseramento Anpi 2019.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.