In consiglio comunale a Savignano giovedì è stata portata la mozione della Lega e della lista Savignano Oltre sulla sicurezza. La vicenda è nota e riguarda furti e aggressioni subiti in zona stadio. A raccontare l’accaduto in assise è Patrizia Acini, capogruppo del carroccio in consiglio. “Lunedì 27 luglio si è svolta la riunione dei capigruppo – spiega Acini – La maggioranza ci ha chiesto il ritiro della Mozione perché l’assessore competente, il vicesindaco Della Pasqua, aveva delle novità in merito da comunicare. Io e Marco Foschi, naturalmente, ci siamo opposti e da lì si è acceso un dibattito vivace col capogruppo di maggioranza, Mainardi. Che ha asserito, in sostanza, di condivide il contenuto sulla sicurezza ma, non la soluzione che avevamo suggerito, cioè il servizio di cittadinanza attiva. Ho controbattuto la nostra disponibilità all’ascolto sulla soluzione proposta dalla maggioranza, ma – continua Patrizia Acini – la cosa importante era la risoluzione della problematica. Visto che a due mesi dai fatti incresciosi accaduti il tempo c’era per arrivare all’esecutività . Decidiamo di vedercela in consiglio comunale”. Così la mozione della Lega non è stata ritirata ed è stata portata in assise. “Il consigliere Lega Sauro Teodorani ha letto il nostro documento; il vicesindaco Della Pasqua ha preso la parola e relazionato asserendo che la giunta si era mossa da tempo e aveva già individuato le persone per la sorveglianza del parcheggio. Il tutto con una adeguata formazione da parte della polizia locale. E’ seguito poi l’intervento del capogruppo di maggioranza di centrosinistra; ha asserito che il nostro documento era valido, ma i volontari di cittadinanza attiva non potevano svolgere il compito per norme di regolamento”. Il dibattito è continuato con l’esponente dl Carroccio Sauro Teodorani e la mozione è stata messa ai voti, “pur sapendo che non sarebbe passata per una questione puramente politica. In commissione capigruppo, la maggioranza non ha voluto cambiare il documento semplicemente per non condividerla; si tratta di un modo per perdere altro tempo. Dimostra inoltre che, – visto che i fatti criminosi non si sono verificati solo 2 mesi fa ma proseguono da anni – il problema sicurezza poteva essere affrontarlo ben prima dalla maggioranza”. “Quindi la Mozione resta così agli atti e verbali del consiglio comunale. “La Mozione ai voti è stata respinta ma abbiamo dimostrato ai cittadini che noi della Lega e della lista Oltre ci siamo e non sottostiamo ai giochini politici della sinistra. Ci aspettiamo di vedere in tempi rapidissimi delle soluzioni come promesso e su questo fatto noi vigileremo”, conclude Patrizia Acini

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.