La Rete sbarca in rete: il circuito dei Musei del Rubicone, nato ad ottobre 2016, debutta ufficialmente online con app e sito web, che vanno ad affiancare pieghevoli e libretti cartacei già in distribuzione in Iat, Comuni, biblioteche e ovviamente presso i musei stessi. Dopo il primo open day congiunto, a inizio ottobre 2016, la rete creata dall’Unione Rubicone e Mare si infatti è ulteriormente ampliata, arrivando ora a riunire 19 spazi espositivi e contenitori culturali nei nove comuni, con un volume di presenze stimato in circa 91mila visitatori annui. A far parte di questa rete sono realtà di dimensioni ed epoche molto diverse,  accomunate però dalla vicinanza geografica e da un’identità sempre più marcata che va “dalla collina al mare”: a Borghi il Museo Renzi di San Giovanni in Galilea, a Cesenatico Museo della Marineria e Antiquarium, Casa Moretti e Galleria comunale “Leonardo da Vinci”, a Longiano Fondazione Tito Balestra, Museo di arte sacra e Museo della Ghisa, a San Mauro Pascoli Museo Casa Pascoli e Villa Torlonia Parco Poesia Pascoli, a Savignano sul Rubicone Museo archeologico del Compito e a Sogliano al Rubicone il carnet di musei che include Collezione Veggiani e Museo di Arte Povera, Mostra permanente del disco e della registrazione musicale, Museo Agostino Venanzio Reali, Museo della Linea Christa, Museo Don Onofri, Museo Leonardo da Vinci e la Romagna e Museo Minerario. “Musei del Rubicone” coglie in pieno – è il commento dell’assessore regionale a Turismo e commercio Andrea Corsini – gli stimoli  lanciati dal Ministero a livello nazionale con il “Piano strategico per il turismo 2017-2002”, che identifica nell’Italia un “Museo diffuso” promuovendo proprio percorsi e circuiti integrati all’interno dell’offerta turistica di un territorio.  Un’opportunità in più per un turista che è sempre più “esploratore” della destinazione che sceglie per la sua vacanza” . Orari, ubicazione, eventi e curiosità dei 19 musei aderenti al circuito sono quindi ora a portata di smartphone grazie all’applicazione “Al Museo tra Rubicone e Mare”, disponibile gratuitamente per dispositivi mobili Android e iOS sui rispettivi store e collegata al relativo sito web www.museirubiconemare.it. Per ciascun museo app e sito offrono una scheda con geolocalizzazione sulla mappa, contatti, orari e informazioni utili per la visita, oltre a una galleria di immagini di esterni e locali interni ed uno spazio – da arricchire man mano – per le principali opere in esposizione. La funzione di condivisione permette inoltre di salvare o segnalare ad altri i contenuti di ciascuna scheda tramite i più comuni strumenti digitali come Whatsapp, Drive, email e social network. La sezione “Eventi” – accessibile sia dai singoli musei che da un’apposita voce di menù – raccoglie mostre, conferenze e iniziative di ciascun luogo di cultura, mentre i “Percorsi tematici” permettono di navigare seguendo alcune tracce: musei d’arte, musei della cultura popolare e materiale, musei di archeologia, musei di storia locale, case museo. Tutto il materiale è disponibile sia in italiano che in inglese. Parallelamente al digitale la promozione ha preso il via anche con stampa e distribuzione di 35mila pieghevoli che raccolgono le schede in forma sintetica e ottomila libretti, che riuniscono in un unico volume i principali materiali informativi dell’app. Il progetto, dal costo complessivo di trentamila euro, è stato finanziato con un contributo di ventimila euro dalla Regione Emilia-Romagna, ottenuto nell’ambito della legge regionale 18 del 2000, ed è condotto in collaborazione con l’Istituto Regionale dei Beni Culturali. La app è stata realizzata da Parallelo di Firenze, che fa parte del gruppo Maggioli Musei, con il coordinamento affidato al Servizio Beni Culturali del Comune di Cesenatico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.