San Mauro Pascoli (FC). Il Comune di San Mauro Pascoli, grazie alle risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, avvia la riqualificazione del patrimonio edilizio scolastico attraverso la realizzazione e messa in sicurezza di asili nido e scuole per l’infanzia, la costruzione di scuole innovative e l’incremento di mense e palestre. I singoli bandi sono stati presentati oggi in conferenza stampa dal Sindaco Luciana Garbuglia insieme al dirigente scolastico Jaime Enrique Amaducci e l’assessore Tiziano Bianchini.
“Quello di oggi è un grande risultato – spiega il Sindaco Luciana Garbuglia – continua per noi, il cammino del PNRR, con la costruzione della nuova scuola che vogliamo per i nostri bambini e ragazzi, inclusiva, innovativa, accogliente e sostenibile”.
“Il PNRR è un’azione di sistema che affronta i nodi del Paese – aggiunge poi il Sindaco – con gli investimenti nell’istruzione ridurremo l’attuale divario tra Nord e Sud nei servizi educativi, in particolare nello 0-6. Garantire un maggiore accesso agli asili nido e alle scuole dell’infanzia significa anche affrontare
il tema della denatalità e dare un sostegno concreto all’occupazione femminile. Con queste risorse avviamo, poi, il processo di innovazione della scuola sia sotto il profilo delle infrastrutture che della didattica”.
San Mauro ha già ricevuto sui fondi del PNRR 2021 il finanziamento della messa in sicurezza della scuola dell’infanzia “La Rondine” per 450000 euro, e per la scuola primaria Montessori altri 450000 euro.
I tre progetti presentati sono:
1) Realizzazione Polo Infanzia in Via Villagrappa;
“Il polo per l’infanzia è una novità del D.lgs 65/2017 che regolamenta il sistema educativo dalla nascita fino ai 6 anni – spiega Giancarlo Cerini – è una struttura educativa che unisce i nidi per l’infanzia e le scuole per l’infanzia, con un’integrazione fra i due servizi educativi e scambi organizzati per gruppi di bambini di età diverse e per gli educatori delle due strutture educative di appartenenza. Il polo per l’infanzia rappresenta una nuova cultura dello zerosei, perché diventa un luogo connotato in cui i temi pedagogici, organizzativi, didattici, tipici dei raccordi nidi-infanzia e della continuità educativa, possono trovare una realizzazione concreta e operativa, superando una rigida ripartizione del sistema educativo per età, privilegiando una dimensione di apertura, di continuità, di flessibilità in cui al centro c’è il bambino, il suo benessere, la sua capacità di trarre profitto dalle diverse opportunità educative”.
Proprio per questo grande contributo pedagogico dato da Giancarlo Cerini, ispettore e dirigente tecnico del Ministero dell’istruzione, cittadino forlivese che ha operato anche sul nostro territorio, recentemente scomparso, vorremmo intitolare il Polo dell’infanzia a questo grande pedagogista.
Il progetto prevede la realizzazione di un edificio con l’Asilo Nido (n.2 sezioni), la Scuola dell’Infanzia (n.3 sezioni), per una superficie di mq. 1.295 di Superficie Coperta. L’importo dell’intervento è pari a 3.190.000,00 euro.
2) Realizzazione Palestra in Via Villagrappa per Scuola Primaria Zavalloni;
Il progetto prevede la realizzazione dell’edificio ad uso palestra a servizio della Scuola Primaria Zavalloni in quanto si rileva grave carenza nel settore delle attrezzature per l’educazione fisica e sportiva nelle scuole.
L’accesso dall’esterno sarà indipendente dalla scuola. La dotazione di parcheggi esistente è già idonea per gli eventuali utilizzi extra scolastici. L’area risulta ben servita dalla viabilità comunale ed è collegata agevolmente alla viabilità comunale. La tipologia costruttiva rispecchierà quella utilizzata per la nuovissima scuola primaria Zavalloni, sempre realizzata in legno a consumo zero. L’importo dell’intervento è pari a 980.000 per 270 mq più gli spogliatoi.
3) Ampliamento Scuola Primaria Montessori per realizzazione Mensa;
L’intervento proposto in questa sede prevede l’ampliamento della Scuola Primaria “Montessori” per la realizzazione di nuovi spazi adibiti a mensa. Si propone la realizzazione di una nuova porzione di edificio in adiacenza a quello esistente per destinarlo a mensa scolastica a servizio di n°250 utenti.
Attualmente è presente un locale mensa all’interno della scuola ma è stata convertita, da due anni a questa parte, in aula didattica a causa della pandemia in corso e dalla necessità di reperire nuove aule a causa dell’aumento delle iscrizioni scolastiche. Il servizio mensa è momentaneamente offerto a 179 alunni somministrando i pasti agli studenti da consumare nelle proprie aule, a causa della mancanza di spazi idonei per dimensioni ed affollamento.
Attualmente la Scuola Primaria Montessori ospita n°455 alunni dei quali n° 179 usufruiscono del servizio refezione e l’intervento proposto mira ad ampliare l’offerta del servizio di refezione fino ad almeno 250 alunni (10 classi) suddiviso su due turni. L’ampliamento verrà realizzato in conformità alla normativa di riferimento D.M. 18 dicembre 1975 e pertanto per il dimensionamento si è tenuto conto del numero dei commensali considerando due turni di refezione.
L’importo dell’intervento è pari a 800.000 euro per un totale di 370 mq.
”Conad”/
Previous articleColpo grosso nella notte alle Poste di Savignano sul Rubicone
Next articleUnione Rubicone, contributi per il Terzo Settore

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.