La luna, simbolo della natura e al contempo della poesia cosmica pascoliana, si offre allo sguardo meravigliato e intuitivo del fanciullino. Sono questi i tratti distintivi di quello che diventerà il logo ufficiale del Parco Poesia Pascoli,il luogo fisico e mentale dove poesia, cultura, innovazione e imprenditorialità si incontrano, a San Mauro Pascoli, a Casa Pascoli e a Villa Torlonia.
Il logo, presentato questa mattina a Villa Torlonia in occasione della conclusione del progetto “La Mia Torre – patto di collaborazione per Villa Torlonia”, percorso formale e partecipato, promosso dal Comune di San Mauro Pascoli e finanziato dalla Regione Emilia Romagna attraverso la legge 3/2010, è stato individuato dal Comune a seguito di un bando di concorso a premio a cui hanno partecipato trenta concorrenti. La vincitrice e ideatrice del logo è Sara Bianchi, grafica e free lance di Bologna: il suo logo, insieme a quelli degli altri partecipanti che si sono posizionati in graduatoria, è stato esposto in mostra nella Sala degli Archi. Sarà quindi il fanciullino il tratto distintivo del Parco Poesia Pascoli, che contraddistinguerà la comunicazione e la promozione dei luoghi pascoliani e al contempo degli eventi e dei progetti che fanno parte del Parco Poesia Pascoli. Sarà il fanciullino ad accogliere cittadini e turisti e ad accompagnarli alla riscoperta di questo lembo di terra, della Romagna; sarà il segno, la firma identificativa che rafforzerà la visibilità di San Mauro Pascoli, paese natio del poeta Giovanni Pascoli, proprio attraverso il Parco Poesia Pascoli, valorizzando la tradizione storica e culturale del territorio, per comunicarla adeguatamente ad un pubblico nazionale ed internazionale (cittadini e turisti), restando fortemente rappresentativo dell’identità di questo territorio e dei suoi contenuti culturali.
“Abbiamo pensato di presentare il logo oggi, in questa giornata di partecipazione – spiega il sindaco Luciana Garbuglia– perché credo che sia importante condividere con chi sta seguendo il progetto partecipato del Parco Poesia Pascoli quello che sarà il nostro tratto identificativo. Aggiungiamo un altro tassello per la promozione del nostro patrimonio culturale: il logo accompagnerà tutte le nostre prossime iniziative. Iniziamo così a tracciare anche un segno grafico a tutto il lavoro di valorizzazione dei luoghi pascoliani, il Compendio Pascoli e Villa Torlonia. Siamo soddisfatti di questo percorso perché abbiamo ricevuto lavori ben fatti e studiati che hanno colto il significato dell’identità del nostro territorio: il logo di Sara Bianchi ci ha convinto perché è una soluzione grafica molto evocativa della poetica pascoliana, pur presentando un forte carattere di contemporaneità, come si addice ad un luogo che si propone non solo come museo ma come luogo vivo, teatro di eventi e cultura. È un marchio che si fa portavoce di questi forti elementi d’identità, integrando in un’unica elaborazione grafica la lettera P, iniziale di Parco Poesia Pascoli, il legame tra la natura e la poetica del fanciullino e il legame tra San Mauro Pascoli e il poeta, che in questi luoghi è nato e ha trascorso l’infanzia. È infatti all’infanzia, del Poeta, ma sopratutto delle future generazioni che vogliamo guardare con il progetto Parco Poesia Pascoli”.
La mattinata ha visto anche la firma del Patto di collaborazione per la rigenerazione di Villa Torlonia tra Amministrazione comunale e cittadini e associazioni che hanno aderito al progetto, dando il proprio contributo e partecipando in questi otto mesi agli incontri e ai laboratori.  “Con questo patto andiamo a concludere un percorso partecipato che ha visto una bellissima risposta da parte della comunità – spiega il sindaco Luciana Garbuglia – sono tanti i cittadini e le associazioni, imprese, operatori culturali che hanno a cuore il futuro di questo splendido patrimonio e hanno quindi voluto dare il proprio contributo di idee in questo percorso, e che quindi vorrei ringraziare. Un percorso in cui sono emerse le esigenze della nostra comunità di continuare a fare di Villa Torlonia Parco Poesia Pascoli un importante centro culturale, di innovazione, di impresa e di rappresentazione delle varie forme d’arte e linguaggi. Ora si aprirà una fase transitoria in cui chiediamo a quanti ci hanno accompagnato in questo percorso di rimanere parte attiva per mantenere viva questa progettualità che dovrà traghettare ad una forma nuova di gestione della Villa, con una sua sostenibilità e capace di rappresentare e dare opportunità di espressione alle tante esigenze emerse dal percorso”.
Come per ogni edizione de La Mia Torre non sono mancate le esibizioni di alcune associazioni del territorio: il concerto degli allievipiù meritevoli della scuola comunale di Musica e a seguire il concerto della Wind Band Giovanile composta dagli allievi dell’Istituto Musicale di San Marino e gli allievi della Scuola comunale di Musica “Amici della Musica”. In serata alle 21,00 nella corte  lo spettacolo “The Dream Circus”, spettacolo teatrale del progetto Fare Teatro per Crescere Insieme a cura dell’Associazione Impronte di Teatro – Associazione Papa Giovanni XXIII°.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.