Il San Marino Green Festival torna in cattedra all’UNIRSM a raccontare agli studenti del Corso di Design Industriale i propri laboratori creativi che attingono dai materiali di riuso e di riciclo.

Lo fa con il suo iniziatore, Gabriele Geminiani, che forte delle esperienze trascorse – lo scorso anno ha realizzato un laboratorio creativo sul riciclo con 10 classi delle scuole primarie di Rimini– ripropone all’interno della terza edizione del festival un percorso creativo insieme alla riminese Esplora, associazione che si occupa di persone con problematiche psichiche e fisiche.

 

“Tutto parte dal recupero mirato di materiali dismessi o monouso all’interno della sfera familiare, per arrivare a visitare corniciai, maglierie, elettricisti e centri di raccolta di materiali di scarto delle aziende– dice Gabriele Geminiani – quindi ci si focalizza su di un progetto che può portare alla realizzazione di un nuovo oggetto funzionale, tipo un portamatite, oppure a una creazione artistica finalizzata al puro piacere estetico, come un assemblaggio scultoreo o un quadro polimaterico.”

All’interno di tale processo di recupero creativo vi è una profonda riflessione ecologica ed educativa, che porta a considerare l’oggetto o il semplice packaging recuperato, come l’effetto di un consumismo per molti versi scellerato che va a gravare sui bilanci degli ecosistemi terrestri e di quello globale del pianeta.

“Il monouso va fortemente limitato con l’intenzionalità di eliminarlo – riprende Geminiani – gli oggetti d’uso invece, devono essere concepiti per durare, autentici compagni di viaggio nella vita delle persone e non come prodotti destinati ad un invecchiamento precoce che va sotto il nome di obsolescenza programmata.”

Alla fine dell’incontro gli studenti hanno rivolto alcune domande al relatore dicendosi interessati a restare collegati al festival, sia come futuri partecipanti, che come potenziali portatori di idee.

L’appuntamento con il San Marino Green Festival quest’anno è per il 23 e 24 ottobre, nella splendida cornice di Borgo Maggiore.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.