E’ stata presentata, in data 22 maggio, presso l’Officina dell’Arte Fusconi, nel quartiere Fiorenzuola, Via Madonnina a Cesena, la personale di Patrizio Virzì, artista poliedrico che con disinvoltura passa dal disegno alla pittura, dai murales e all’arte del cesello. Quella di cui parliamo è una personale particolare, poiché si tratta di statuine in terracotta che, col linguaggio della caricatura, rappresentano personaggi della Cultura e della Politica ben noti per altre vie di comunicazione, come Trump, Sgarbi, Armani, Gazza, Sughi, De Chirico, la Regina Elisabetta e un personaggio assai noto nella Sarsina della Cultura come Antonio Crociani. La mostra è stata presentata da Antonio Dal Muto conosciuto come pittore, autore di fumetti di genere storico e come Critico d’Arte. Egli ha evidenziato come il panorama artistico cesenate, sebbene ricco di autori capaci, come Luciano Navacchia pittore e affermato scultore, presente all’inaugurazione, abbia bisogno di maggiori elementi enfatizzanti l’arte locale; se paragonassimo quest’ultima ad un mosaico, al quale Patrizio Virzì ha aggiunto una specifica tessera arricchendolo, non potremmo non notare le dimensioni ridotte di questo mosaico, sull’arte contemporanea, che, nonostante le enormi potenzialità specifiche, subisce la “sonnolenza” di certe realtà che faticano a prendere coscienza che l’arte, e non ripetiamo il solito slogan sulla salvezza del mondo, sia un mezzo potente di stimolo al progresso culturale e quindi sociale, sempre che sia accompagnato da un dibattito nel mondo dell’intellighenzia locale.

Monica Briganti, presente anch’essa, testimonia le difficoltà nel concretizzare in un altro comparto le progettualità teatrali che rappresentano un’altra tessera del mosaico accennato. Un grazie va soprattutto ad Angelo Fusconi che, con grande mecenatismo, sta arricchendo il bacino culturale locale grazie alla discussione che si sta sviluppando attorno alla sua Officina, testimonianza di quella consistenza culturale necessaria e che è alla base di qualsiasi esperienza creativa. In ultimo: va sottolineato come Patrizio Virzì, dotato di grande e tecnica e manualità, capace delle necessarie investigazioni psicologiche per realizzare le sue caricature, possa essere definito a ragione l’erede di Gabellini

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.