Il Comune di Cesena è pronto a dare aiuto ai Comuni della zona dell’Etna colpiti in dicembre dal terremoto, così come aveva fatto, a suo tempo, per i terremoti in Emilia e in Centro Italia. Nei giorni scorsi la Giunta comunale ha approvato la delibera con la quale, accogliendo le richieste di collaborazione arrivate dalla Regione Emilia – Romagna e dall’Anci Emilia – Romagna, dà disponibilità ad inviare proprio personale, reclutato su base volontaria, che supporti le Amministrazioni delle zone colpite dal sisma nel far fronte alla difficile situazione.

“Anche se sono passate varie settimane e di quel terremoto non si parla quasi più, almeno a livello nazionale – spiegano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessora alla Protezione Civile Francesca Lucchi -, la situazione dei Comuni dell’area etnea resta molto difficile: ci sono ancora famiglie evacuate dalle loro case, e molti edifici hanno subito danni. Per questo, pur essendo a nostra volta alle prese con i problemi, certo molto diversi, ma comunque impattanti, provocati dalla chiusura dell’E45, abbiamo ritenuto giusto dimostrare la nostra solidarietà verso i territori terremotati garantendo, come in passato, il supporto operativo e tecnico, attraverso Regione e Anci. Nello specifico, la Regione ci chiede la disponibilità di figure professionali abilitate per la valutazione e la stima dell’agibilità e dei danni subiti dagli edifici pubblici e privati.

L’Anci, invece, segnala la necessità sia di personale esperto in Protezione Civile, sia di tecnici e amministrativi che supportino l’attività dei Centri Operativi dei Comuni siciliani e i loro uffici. Per questo, stiamo per avviare una ricognizione fra i dipendenti del nostro Comune per verificare se fra loro ci sono volontari disposti a svolgere una settimana di lavoro in Sicilia, e più precisamente nel Comune di Aci S. Antonio, in provincia di Catania. Sulla base delle disponibilità raccolte, saranno organizzate le squadre d’intervento: la prima potrebbe partire già alla fine della prossima settimana. Naturalmente, tutti i costi, sia per il lavoro svolto, che per il trasporto e la sistemazione in loco, saranno a carico del Comune di Cesena”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.