Un tesoretto di 300 mila euro da destinare alle imprese che hanno sofferto per il fermo dovuto all’emergenza sanitaria da Coronavirus.

L’iniziativa della Giunta Giovannini di aggiungere ancora un corposo tassello alle misure finora adottate per supportare il tessuto sociale ed economico della città, fortemente provato dal lockdown, è stata sottoposta all’approvazione del Consiglio Comunale riunitosi ieri sera, giovedì 30 luglio, nella Sala Allende, per la prima volta in presenza dopo la forzata clausura.

I 300 mila euro destinati agli aiuti alle imprese locali sono stati prelevati dall’avanzo di amministrazione 2019, parte libera, con l’obiettivo di erogarli sotto forma di contribuiti. Una misura che si aggiunge a quella dell’esenzione Cosap e della scontistica sulla Tari che sarà applicata presumibilmente nel prossimo mese di settembre, dopo l’approvazione delle nuove tariffe che permetterà di quantificare le riduzioni. Misure che si sono aggiunte all’esenzione Cosap fino al 31 dicembre, in ampliamento rispetto alle indicazioni del Decreto Rilancio, ed estese agli artigiani e agli ambulanti (per questi ultimi con destinazione di 50mila euro) e ai vari provvedimenti in termini di servizi sociali, oltre che interventi a carattere solidaristico e a una arricchita offerta di intrattenimento culturale durante il lockdown.

La seduta di ieri sera ha visto anche l’approvazione di una serie di variazioni di bilancio tra le quali si ricordano 40 mila euro per il finanziamento di lavori di piccola entità presso la Caserma della locale stazione dei Carabinieri e altrettanti per la segnaletica orizzontale nelle strade comunali. Somme minori saranno destinate alla sistemazione del campo da basket di via Cassio Longino, e – in generale alla manutenzione di scuole e impianti sportivi (32 mila euro), alla sistemazione di servizi presso le case popolari (20 mila euro).

Tra le variazioni, si segnala in entrata il contributo della Regione Emilia Romagna per il festival di fotografia SI FEST (40 mila euro) e della Camera di Commercio, con medesima destinazione (10 mila euro). Entrano nelle casse del Comune anche 140 mila derivanti dal recupero dell’evasione Imu.

“La decisione di destinare una somma importante come 300 mila euro alle nostre imprese è un passo rilevante – affermano il Sindaco Filippo Giovannini e l’Assessore al Bilancio Francesca Castagnoli -. L’obiettivo è cercare di fornire un ulteriore stimolo all’economia locale. Provvederemo a condividere la definizione dei criteri di accesso ai contributi con le associazioni di categoria e con l’intero Consiglio Comunale”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.