Arrestato per spaccio di droga: ucraino irregolare nel Paese, è andato a processo per direttissima. L’operazione è della stazione dei carabinieri di Savignano.
Nel pomeriggio di mercoledì – dopo diverse segnalazioni ricevute per movimenti sospetti – gli uomini dell’Arma si sono appostati vicino ad un b&b di Savignano. Un’auto è arrivata vicino all’edificio con a bordo un uomo, risultato poi un 41enne della provincia di Rimini. Dal b&b ne è uscito un altro (ospite), che è risultato poi un ucraino di 31 anni. In pochi secondi si sono scambiati un involucro e del danaro contante.
In quel momento i militari sono intervenuti: hanno seguito l’auto del riminese e una volta bloccata, il riminese ha dichiarato ai carabinieri di avere acquistato due dosi di eroina dallo ucraino e di averle pagate cento euro. Anche l’ucraino è stato bloccato; oltre ad essere risultato irregolare nel Paese perchè in possesso di un permesso di soggiorno scaduto, aveva venduto al droga. Per questo è stato arrestato e durante la perquisizione successiva nella camera del b&b è stato rinvenuto danaro contante, ritenuto proveniente dallo spaccio di droga . Gli è stato sequestrato il cellulare, e l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto: trattenuto durante la notte in cella di sicurezza, giovedì mattina è andato a processo per direttissima. L’avvocato ha chiesto i termini a difesa e nell’attesa della prossima udienza, il 31enne ha l’obbligo di firma quotidiano alla stazione carabinieri di Savignano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.