La violenza di genere vista con gli occhi degli uomini: sabato 10 novembre alle 17.30 presso la sala Fellini di Gambettola (corso Mazzini 75) la rassegna “Insieme contro la violenza” dell’Unione Rubicone e Mare, organizzata insieme a Centro Famiglie Asp Rubicone e Le Ovarole, propone l’incontro con Michele Poli, presidente del Centro di ascolto per uomini maltrattanti di Ferrara, primo centro in Italia che si occupa dal 2009, a Firenze e a Ferrara, della presa in carico di uomini autori di comportamenti violenti.

Il centro è un luogo ed un riferimento per quegli uomini che vogliono intraprendere un percorso di cambiamento ed assumersi la responsabilità del loro comportamento di maltrattamento fisico, psicologico, economico, sessuale, di stalking. Offre colloqui di orientamento e la possibilità di partecipare a gruppi per uomini condotti da due operatori, un uomo ed una donna, che lavorano insieme ai partecipanti su vari aspetti legati al cambiamento del comportamento maltrattante. Lo staff è multidisciplinare ed è composto da psicologi, psicoterapeuti, psichiatri ed educatori.

Michele Poli

Michele Poli è tra i fondatori dell’associazione nazionale Maschile Plurale, rete che unisce i gruppi od i singoli uomini che in Italia riflettono sulla maschilità. E’ presidente e coordinatore del Centro di ascolto uomini Maltrattanti di Ferrara ed è fra i fondatori del Cam di Firenze, primo centro in Italia dedicato agli autori di violenza nato nel 2009. Si è formato sul contrasto alla violenza degli uomini con il centro “Alternative to violence” di Oslo, primo sorto in Europa, e con i centri di Barcellona e di Ginevra. Nel 2017 ha incontrato, durante interventi di prevenzione nelle scuole, almeno 1.500 studenti delle medie e delle superiori. Tiene anche gruppi in carcere per la presa di responsabilità degli autori di violenza.

In questo momento pubblico di approfondimento Michele Poli sarà intervistato dalla giornalista Vera Bessone.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.