La storica “Fonte del Chiardovo” di Bagno di Romagna, dalla quale sgorga acqua sulfureo-bicarbonata, oligominerale, fredda, rinomata per i benefici a piccoli disturbi del fegato e vie biliari e gastrointerinali è stata recentemente restaurata ed è di nuovo fruibile al pubblico.

La Fonte del Chiardovo è un luogo simbolo di Bagno di Romagna, collegato al centro del borgo termale da un viale pedonale ombrato da tigli, realizzato nel 1936, che si snoda per 1 km, frequentato ogni giorno da centinaia di turisti che si recano alla Fonte per beneficiare della sua acqua “miracolosa”.

L’abbondante nevicata della primavera scorsa e delle piogge che ne sono immediatamente seguite avevano causato il danneggiamento della struttura in pietra della vasca e l’occlusione dello scarico a terra.

E’ stata quindi la società Gestione Unica delle Acque di Bagno di Romagna, che gestisce le concessioni minerarie delle acque termali di Bagno di Romagna ed anche del pozzo di adduzione dell’acqua della Fonte, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale ha così organizzato l’esecuzione di un progetto di restauro scientifico del manufatto.

La Fonte del Chiardovo

A sostegno di questo simbolo di Bagno di Romagna si sono unite 13 imprese locali che, coordinate dal Presidente di Gestione Unica Walter Bignami, hanno sostenuto dell’operazione. Terme di Sant’Agnese, Pastificio del Fumaiolo, Soggetel, La Bottegaccia, Non Solo Bar, Trattoria Giovanna, Erg-Piccolo Bar, Forno Fantini, Mobilificio Giovannetti, Chiosco Al Posto Giusto, Alimentari Mazzoli, Ass. Esploramontagne e Pizzeria Invito, hanno finanziato un importo di € 3.700, con i quali sono stati commissionati i costi della progettazione e dell’esecuzione delle opere.

Il progetto è stato affidato e curato dall’Arch. Stefano Gradassi di San Piero in Bagno mentre l’esecuzione delle opere di restauro scientifico è stata realizzata dalla ditta locale “Le Arti”, specializzata in opere di recupero e restauro scientifico di monumenti e manufatti storici. Il progetto e le opere sono stati approvati dalla Soprintendenza di Ravenna con il coordinamento generale dell’Amministrazione Comunale.

“La Fonte del Chiardovo – dichiara il Sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini – è un simbolo di Bagno ed è sentita come un luogo del cuore sia dai cittadini che dai turisti affezionati al nostro borgo termale”.

“Anche per questa caratteristica, estendo a nome di tutta la Comunità bagnese un sentito ringraziamento agli imprenditori che hanno sostenuto il progetto e al Presidente di Gestione Unica Walter Bignami, che ha seguito quotidianamente tutti i passaggi, all’Arch. Gradassi e alla ditta Le Arti, così come all’Arch. Musmeci, responsabile territoriale della Soprintendenza”.

“La Fonte del Chiardovo, così restaurata, sarà ulteriormente qualificata con le opere di riqualificazione della Piazzetta ove è situata la fontana, che è compresa nel più ampio progetto di riqualificazione delle aree verdi di Bagno, che sta terminando il percorso autorizzativo per poi essere appaltato”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.