E45: l’udienza del processo che doveva tenersi ieri, è stata rinviata per un difetto di notifica ad uno degli indagati. Stiamo parlando del crollo della piazzola di sosta al confine tra Toscana e Romagna, avvenuto l’11 febbraio 2018; il Procuratore di Arezzo, Roberto Rossi, ha chiesto il processo colposo per tre dirigenti Anas.
L’accusa sarebbe quella di avere ignorato i segnali di cedimento, comparsi già sette anni prima. Ma non è il solo problema della E45; dopo la chiusura del 16 gennaio scorso del viadotto Puleto da parte della Procura di Arezzo, la superstrada è stata riaperta a luglio con la clausola del traffico pesante che non deve superare le 30 tonnellate. Si sono susseguiti gli appelli urgenti di tutti gli amministratori romagnoli e toscani che hanno chiesto più volte ai vertici governativi interventi per la viabilità alternativa, ovvero la Tiberina Bis. Ma, nella richiesta non è stata inoltrata l’urgenza per i lavori e così, per Anas, si tratterebbe di normali procedure. In pratica tempi lunghi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.