E’ giallo sulla morte di una donna rumena di Predappio Alta avvenuta all’interno delle mure domestiche. Il decesso è di venerdì scorso, quando a Predappio Alta in via Garibaldi, è scattato l’allarme ed è arrivato 118, medico legale e Carabinieri. La donna, Emanuela Iacobuta 40enne, che viveva da circa due anni nella piccola frazione predappiese col compagno, un camionista, era piena di lividi, anche datati.

Più volte era stata segnalata dai vicini la situazione all’interno della casa. Tanto che una paesana aveva fotografato Emanuela, subito dopo un pestaggio (nella foto). C’è un forte sospetto che la 40enne sia morta per le percosse e la Procura della Repubbubblica di Forlì sta facendo tutti gli accertamenti per ricostruire l’accaduto e verificare che non sia consumato l’ennesinmo feminicidio. Per questo è stata disposta l’autopsia. La salma si trova all’obitorio dell’ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì. Di certo, visti i pestaggi precedenti, se le autorità preposte, che a detta dei vicini erano state avvertite, avessero preso provvedimenti, forse non si sarebbe arrivati a questo punto. Sempre i vicini di casa avevano provato a convincere la donna a denunciare tutto ai carabinieri, ma lei non ne voleva sapere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.